Benvenuti nell'era dei ritorni decrescenti


lunedì 19 marzo 2012

L'Orrore di Bologna

Post apparso su Cassandra's Legacy. Traduzione di Alessandro Corradini





In un film horror, quando una ragazza decide di spogliarsi e fare una doccia mentre è sola in casa, beh, si sa esattamente cosa sta per succederle. È la prevedibilità dell'horror. (Sopra, dal film "Psycho" del 1960)


Alcune cose, nella vita come nella finzione, sono altamente prevedibili. Una di queste è la trama del film horror. Mentre la storia va avanti, si sa esattamente il destino della tipa che decide di spogliarsi e fare una doccia, mentre è sola in casa. E si sa esattamente cosa succederà al disgraziato che, mentre sta esplorando la casa stregata, dice: "Ehi! Ho sentito uno strano rumore che viene dalla cantina. Voi state qui, che vado laggiù ad indagare".

Fa parte del fascino di questo tipo di film: il giudizio razionale è sospeso mentre la trama si sviluppa. Si continua a guardare senza chiedersi perché questi qui devono trovarsi a mezzanotte proprio in quel cimitero, al chiaro di luna, mentre un'orda di zombi si sta avvicinando.

È con lo stesso tipo di fascino che si potrebbe guardare lo svolgimento della trama del "Energy Catalyser" o "E-Cat", il bizzarro dispositivo che Andrea Rossi sostiene essere un reattore nucleare, in grado di risolvere tutti i problemi energetici dell'umanità.

Un vero e proprio film horror ambientato a Bologna, in Italia, dove molti poveri sfortunati sono stati risucchiati e metaforicamente divorati dall'Orrore E-Cat. La trama ha seguito tutti i passaggi prevedibili per questo genere di storie. In primo luogo, nel gennaio del 2011, c'è stato l'annuncio della scoperta del reattore nucleare fatto in casa. Questo ha attirato molte persone speranzose in cerca di una soluzione per la crisi energetica proprio come, nei film, le vecchie case infestate dai fantasmi attirano ragazze poco vestite.

Poi, la trama ha voltato pagina, secondo regole ben note. Abbiamo visto un sacco di scene in cui l'inventore, Andrea Rossi, ha tentato di dimostrare come il suo dispositivo avrebbe dovuto produrre energia. In queste esibizioni, sembrava molto simile a Gene Wilder in "Frankenstein Junior", mentre tenta di far rivivere il mostro. Nella foto a sinistra, vediamo Frankenstein e Igor a sinistra, Andrea Rossi e Sergio Focardi a destra (immagine di Renzo B., dal blog 22passi). Poi, quello che abbiamo sentito da Rossi sulle viscere della sua macchina suonava molto simile al discorso d'introduzione sui vampiri dello spazio nel famoso film con Bela Lugosi, "Plan 9 from outer space".

Alcuni degli effetti speciali a basso costo del film erano facili da individuare per tutti. Basti pensare alla stufa a gas utilizzata per riscaldare la fabbrica quando il reattore nucleare avrebbe dovuto fare il lavoro da solo. Tuttavia, l'interesse per il film non è mai veramente crollato. Il regista, Andrea Rossi, è riuscito a tenerlo vivo con un sacco di colpi di scena nella trama: personaggi malvagi, mostri, complotti, misteri, militari, servizi segreti, e altro ancora.

Eppure, anche un buon film horror deve finire prima o poi. Dopo un paio d'ore, si va a casa e ci si dimentica di zombie e vampiri. Allo stesso modo, il film sull'E-Cat è arrivato al termine, con i recenti avvenimenti che portano alla resa dei conti finale. Il cattivo del film ha confessato il suo crimine, il segreto è stato rivelato. È la fine dell' Orrore E-Cat?

Forse è davvero la fine, ma non possiamo dirlo con certezza. Forse ci sarà un seguito. Avrà nuovi colpi di scena nella trama: molto probabilmente vedremo come gli sforzi del salvatore del genere umano siano stati contrastati dalla malvagia cospirazione delle compagnie petrolifere o dalla lobby delle energie rinnovabili. L'Orrore di Bologna è ancora in agguato nelle tenebre!


Ringrazio Antonella per aver ispirato questo post

__________________________________

Nota aggiunta alla versione italiano: il passaggio dell'E-Cat dalla realtà alla pura immaginazione è confermato dalla recente notizia che se ne parlerà in TV a "Voyager", ormai più noto in generale come "Kazzenger". In questa trasmissione, Roberto Giacobbo risponderà ad alcune domande fondamentali sulla vicenda E-Cat:


- Sono i raggi gamma generati dall'E-Cat a produrre i cerchi nel grano?  
- Trovato nuovo reperto Maya. E' un antichissimo reattore nucleare?
Andrea Rossi somiglia a Lex Luthor dopo un'operazione sbagliata di ricrescita dei capelli. Il misterioso catalizzatore dell'E-Cat è forse kriptonite verde?
- La maledizione di Tutankamon era stata lanciata sull'Università di Bologna?
- Steven Krivit è un rettiliano?
- Gli alieni di via dell'Elettricista, a Bologna. Chi è veramente Andrea Rossi?