Benvenuti nell'era dei ritorni decrescenti


sabato 7 settembre 2013

La vera ragione della guerra in Siria



Immagine da NOAA. Sull'effetto del cambiamento climatico e la guerra in Siria, vedi anche il blog di Simon Donner, e il blog della rana.


Mi sfuggono le ragioni che fanno si che Dio debba essere tanto interessato a quello che mangiamo o che non mangiamo. Tuttavia, riconosco anche che il Papa ne sa più di me di teologia. Quindi, questo Sabato ho deciso di digiunare per la pace in Siria. In ogni caso, non c'è niente altro che posso fare.

26 commenti:

  1. Mia madre, atea, oggi digiuna. Credo sia una forma di umana solidarietà che prescinde il credere o meno. Sono altresì convinto, anche se non sono in grado di spiegarne lucidamente i motivi, che se oggi, non una piccola parte di noi, ma TUTTI noi digiunassimo insieme qualcosa cambierebbe in meglio. Saluti.

    RispondiElimina
  2. Scusate, ma quando mai è servito?
    Continuiamo a illuderci che recitate un "mantra" suggerito dagli stessi che ci governano (tutto in senso lato, beninteso: la sintesi spesso costringe all'approssimazione e ad una "apparente" superficialità) sia utile a raggiungere uno scopo diverso da quello che i "suggeritori" hanno in mente, ma basta voltarsi indietro e osservare gli eventi passati per avere la prova indubbia di come vanno certe cose.
    Al più, un digiuno, può essere un utile esercizio per il futuro...
    Scusatemi ancora

    RispondiElimina
  3. ...interessante... a che punto sono le falde acquifere israeliane ed in genere l approvigionamento idrico in quel paese, punto di domanda

    RispondiElimina
  4. @ Robo- se tutti digiunassimo, avremo la padronanza dei nostri pensieri profondi e conseguentemente delle nostre azioni. Il mondo sarebbe molto diverso, invece hanno,per motivi industriali, costretto alle nevrosi compulsiva da acquisti (che sarebbe quello che S.Ignazio di Lojola ha chiamato il peccato capitale dell'avidità) quasi tutte le donne e gli uomini giovani.
    Comunque, se scateneranno una guerra più o meno globale o mondiale in Siria, sarà per far tornare il mondo alla sussistenza. Io non ho digiunato, perchè avevo programmato una cena di famiglia ad una sagra e, mentre ero in fila con 30 40enni, con alcune donne già rifatte, che sbruffavano sulle vacanze appena trascorse con sparate da gasati e montati senza cervello, mi sono chiesto che senso ha mandare avanti ancora questi elementi pieni di superbia spocchiosa, che cominciano ad essere veramente la maggioranza in occidente. In ogni caso Dio è il Misericordioso, che non nega a nessuno, nemmeno a me, più di una possibilità di cambiamento o conversione. Certo che se ci vuole un pò di cervello o di sensibilità per cambiare, e stiamo freschi, anzi, parafrasando il grafico, belli caldi, come all'inferno.

    RispondiElimina
  5. Se un dio buono esistesse davvero, non avrebbe lasciato che gli uomini inventassero le religioni, causa non secondaria di guerre e scontri di ogni tipo, da quando esiste la storia. Certo, insieme a tutto il resto, fame, sconvolgimenti climatici, esplosione demografica ecc. ecc.

    Homoereticus

    RispondiElimina
    Risposte
    1. caro mio, non hai ancora capito che le guerre le provocano e le incitano coloro che hanno interessi economici? la religione è solo un pretesto e non la causa.
      Inoltre Dio ha permesso all'uomo la piena libertà delle proprie azioni: questo secondo te non è un atto di amore cieco? E' l'uomo che deve dimostrare di saper gestire i propri talenti avendo piena libertà. Dio sapeva infatti che lasciando tale libertà l'uomo avrebbe anche sbagliato, ma l'uomo ha anche la possibilità di redimersi e correggere i propri errori: questa è la libertà di Dio. Trovane una più grande in questo mondo

      Elimina
    2. sì, va bene
      e se lo senti, o lo vedi, o ti manda chessò una mail, me lo saluti, né, 'sto tipo così buono e permissivo.

      ciao
      H.

      Elimina
    3. "...E' l'uomo che deve dimostrare di saper gestire i propri talenti avendo piena libertà..."

      Via, non prendetevela: gli dei hanno sempre dimostrato di essere tutti uguali nel "non interferire nei guai dell'umanità mentre si attribuiscono i meriti per i momenti (rari, ahimè) di successo nelle terrene vicende"... quindi è vero, e siamo tutti d'accordo, che dobbiamo cavarcela da soli.
      Aiutati che il Ciel t'aiuta (scaramantico consiglio, nel caso che il ciel fosse distratto...)
      Allora, cortesemente, smettiamola di dare credito a chi persiste nell'esortazione alla preghiera (atto privatamente lecito, ma pubblicamente per lo meno discutibile e, infatti, messo in discussione per quanto riguarda la professione di altrui fedi) e cerchiamo una soluzione "imperfetta" ma che sia ragionevolmente approssimata ad un universale principio di giustizia, che potrei sintetizzare in "ogni essere senziente ha gli stessi diritti di ogni altro essere senziente, a prescindere dal ruolo, razza, cultura e livello di intelligenza"

      Elimina
  6. Come disse il grande Terzani, non è dio che ha creato l'uomo, ma è l'uomo che ha creato dio. http://www.youtube.com/watch?v=Bo8nlB8M3t8

    RispondiElimina
    Risposte
    1. quando Terzani mi disse che anch'io ero innamorato della sua piccola Himalaya, l'Orsigna, gli risposi che ero troppo vecchio per innamorarmi. Ebbi l'impressione che ci rimanesse male e se ne andò piuttosto rapidamente. Era un buon uomo, ma Dio è trascendente e trasversale. Chi anche solo per sana curiosità, ha cercato di entrare in questo mistero, non rimane deluso. Chi, invece, sotto l'influsso negativo proprio o di satana, si oppone, pace all'anima sua.

      Elimina
    2. "...sotto l'influsso negativo proprio o di satana..."

      Scusa "mago", ma questo è un insulto.
      Chi non è d'accordo con te sarebbe "sotto l'influsso negativo proprio o di satana"? Per questo si bruciavano sul rogo presunte streghe e coraggiosi dissidenti!
      Ti sarei grato se ritirassi pubblicamente tale dichiarazione, che altrove è ancora pretesto per assassinii e altre nefandezze.
      E tanto per non nascondermi dietro un (ludico) pseudonimo, data l'estrema serietà dell'argomento, il mio nome è Mirco Gagliano.
      Inviterei anche il moderatore di questo blog ad una maggiore attenzione: le parole non sono innoque.
      Grazie.

      Elimina
    3. Non mi sembra che Mago abbia insultato nessuno. Proporre che certi comportamenti sono tali per l'influsso di un'entità sovrannaturale malevola è un'ipotesi difficilmente verificabile, ma lecita.

      Poi, Mago non ha parlato di mandare le streghe al rogo; per carità! Sarebbe una discreta sovra-interpretazione delle sue parole.

      Elimina
    4. se potessi libererei da questi influssi i miei amici e parenti che mi chiedono aiuto in modo più o meno palese, ma non sono un'esorcista e l'unica azione che mi è concessa per aiutarli è augurarmi che trovino la pace con l'aiuto di Dio, ma non quella eterna, che è quella che mi pare tu abbia inteso. La morte e la violenza non è mai la soluzione, ma la sconfitta sonora e totale di chi la pratica e fomenta.

      Elimina
    5. Mi perdoni Bardi.
      "...se potessi libererei da questi influssi i miei amici e parenti che mi chiedono aiuto in modo più o meno palese..."
      Mago: meno male che non puoi (per le leggi civili che oggi vigono).
      Un tempo (o altrove, anche oggi) avresti potuto e decidendo tu stesso se l'aiuto era richiesto (... in modo più o meno palese...? e quanto "poco" potrebbe essere palese per autorizzarti eventualmente a "mondare" dal maligno il malcapitato?)
      Purtroppo, ma questa è solo la mia opinione, la disposizione liberale e tollerante dei molti Bardi (se mi si consente il piccolo gioco di parole col cognome del nostro ospite), in cui mi annovero, sia pur con qualche occasionale e involontaria perplessità, consente a minoranze poco inclini ad altrettanta tolleranza la stessa libertà di espressione di tutti.
      Sei libero di esprimerti e di credere ciò che più ti gratifica, è giusto, cortesemente, però, smetti di ritenere guidato dal demonio chi non è in sintonia con le tue superstizioni.
      Le mie idee non mi sono state dettate da entità sovrannaturali, sono farina del mio sacco, per quel poco che possono valere.
      Perdonate la mia noiosa replica, ma i fatti del mondo, a cui sono colpevolmente piuttosto attento, lo confesso, mettono a dura prova la mia pazienza e tolleranza.
      Un saluto.
      MG

      Elimina
    6. idee così piene di avversione alle realtà spirituali non mi sembrano granchè farina del tuo sacco, comunque grazie per la tua pazienza e tolleranza.

      Elimina
    7. Sono perfettamente d'accordo con te Frank; posso aggiungere che la mancanza di tolleranza è tipica delle religioni monoteiste, in particolare di musulmani e anche di una buona fetta di cristiani cattolici.
      Rallegriamoci che non siamo ai tempi della ..."santa" inquisizione: soggetti eretici e miscredenti come te e me sarebbero finiti arrostiti al rogo mandatici da un .."mago", come è successo A MILIONI DI PERSONE che si credevano sotto l'influsso di satana. Per fortuna l'ignoranza e l'influsso della religione in occidente, nonostante i secoli, sono diminuiti.

      Elimina
    8. Caro Arturo, una volta la pensavo anch'io così. Poi, dopo che ho visto usare le bombe al fosforo bianco in nome della democrazia, ho deciso che la mancanza di tolleranza non è di di per se una caratteristica delle religioni. E' una forma di degrado della mente umana che si manifesta in molti modi - incluso quello del fanatismo religioso. Ma non è il certamente il solo.

      Elimina
    9. anche Gesù ebbe a fare i conti col fondamentalismo religioso,allora ebraico, e si sa come andò a finire. Di conseguenza il vero cristiano non può essere integralista, e nemmemo qualsiasi altro vero credente in Dio. Le aberrazioni compiute da uomini contro altri uomini sono purtroppo la norma, sia che siano frutto di una mente malata, sia che siano, per chi ha fede nel Dio Amore, conseguenza di peccato.

      Elimina
    10. Va bene: adesso mi guadagnerò fama di rompiscatole, ma devo contestare anche la sua affermazione, Bardi.
      E' assolutamente ovvio che " la mancanza di tolleranza non è di di per se una caratteristica delle religioni", io azzarderei, più genericamente, che è una caratteristica di una subcultura in cui prevale il principio del "divide et impera" a vantaggio di una "elite" poco visibile ma decisamente molto "vitale" e longeva.
      Ma questo ha poca importanza, soprattutto quando prevale la logica del "siccome son tutti ladri, che vuoi farci? fatti derubare e stattene tranquillo" (girandola in politica il concetto diviene così chiaro da trasformarsi in una banalità da chiacchiera in ascensore...).
      Quelle bombe a fosforo bianco avrebbero dovuto piuttosto stimolare qualche riflessione su il concetto di Democrazia (suddivisione del potere politico e sociale fra tutti i cittadini che partecipano attivamente alla vita comune) e sull'idea (evidentemente criminale, visto il fosforo bianco, e non solo) di poterla/doverla "esportare", con un inevitabile considerazione riguardo la "qualità" (morale, etica, politica e sociale) di chi professa tali spregiudicate tesi.
      E proseguire, magari, con un'analisi un po' meno convenzionale e (illusoriamente) opportunista sul comportamento tenuto dai nostri "rappresentanti" (questo dovrebbero essere in una Repubblica Parlamentare) e, di conseguenza, dei partiti.
      Un "effetto domino" che potrebbe portare anche a qualche risultato interessante...
      Ecco, Bardi: a costo di risultare ingrato per l'ospitalità sul suo blog, temo di doverle contestare un atteggiamento un po' troppo superficiale... ma forse è solo "politicamente corretto".
      La domanda, però, è: cui prodest? Sicuri che ci convenga essere tanto tolleranti e disponibili a concedere libertà di parola e di azione a chi manifestamente non la concederebbe a noi, se potesse e non lo farà, appena potrà?
      In un certo senso invidio i "credenti" che hanno già risolto la questione attribuendone decisione e responsabilità al proprio dio, con buona pace della propria coscienza, anche quando ciò comporta bruciare vivo un Giordano Bruno, una strega quindicenne, un malato di mente o saltare in aria con una cintura di tritolo in un mercato affollato o tagliare la gola ad un ostaggio davanti alla telecamera, o quando si racconta ad un povero contadino analfabeta che lui è povero e affamato perchè nella vita precedente ha peccato, mentre il latifondista o il monaco, che posseggono la maggiranza della terra coltivabile, evidentemente si sono reincarnati in una situazione migliore perchè lo hanno meritato grazie ad una vita precedente pia e morigerata: mutismo e rassegnazione, quindi, che dopo la morte tutte le ingiustizie verranno corrette.

      Elimina
    11. Beh, ognuno ha le sue idee su questi argomenti assai delicati. Propongo di chiudere qui la discussione, che è decisamente fuori tema rispetto al blog.

      Elimina
    12. Vorrei dare a tutti una piccola fiammella di speranza.
      All'università di Tallin una facoltà studia gli effetti che un numeroso gruppo di persone quando desidera la stessa cosa essa si realizzi.
      So che numerose facoltà universitarie sparse nel mondo studiano cose "strane",ma questa mi ha ricordato un...chiedete è vi sarà dato!

      Elimina
  7. http://www.wallstreetitalia.com/article/1621151/societa/global-warming-no-la-terra-sara-colpita-dal-grande-gelo.aspx

    Come spiegate che nell' Oceano Artico: ghiacci incrementati del 60%????

    A leggere l'articolo concordo in pieno con questo commento:
    "mi pare proprio che questi scienziati siano come i politici italiani....
    orizzonte temporale che non va oltre i 6 mesi"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti, questo succede a leggere questi articoli tradotti dalla stampa scandalistica inglese (per non parlare dei commenti scritti di seconda mano). Per sapere invece come stanno veramente le cose, dai uno sguardo a

      http://thefrogthatjumpedout.blogspot.it/2013/09/the-arctic-ice-disaster.html

      (incidentalmente, c'è rimasto talmente poco ghiaccio in Artide, che anche un piccolo recupero sembra grande quando è messo in percentuale)

      Elimina
    2. MEglio ancora, in italiano:

      http://rimedioevo.blogspot.it/2013/09/abbiamo-recuperato-il-60-dei-ghiacci.html

      Elimina
    3. ...appunto:

      http://www.meteoweb.eu/2013/09/ghiacci-artici-mai-cosi-sottili-il-primato-negativo-dal-satellite-cryosat-2/225327/

      Elimina