Benvenuti nell'era dei ritorni decrescenti


domenica 3 luglio 2011

Barzelletta sul picco del petrolio


Lo so, lo so, questa non è una barzelletta originale, è una vecchia, riadattata. Ma non ci sono così tante barzellette sul picco del petrolio, in realtà nessuna che io sappia - così ora almeno ce n'è una. Mi venne in mente con qualche birra dopo la cena sociale durante la conferenza a Barbastro sul picco del petrolio. Se non ricordo male (sapete, tutte quelle birre….....) raccontai un prima versione della barzelletta in quella occasione, poi Pilar Carrero l'ha perfezionata su due piedi con un finale migliore. Quindi, ecco qua un lato più leggero del problema del picco del petrolio!


Versione in Inglese su "Cassandra's Legacy" Traduzione in Italiano di Alessandro Corradini


Un geologo sta facendo indagini per trovare del petrolio greggio, da qualche parte in un deserto. Scavando qua e là, egli trova una vecchia lampada ad olio. La stappa e, di colpo, esce un grande, formidabile genio. Sovrastando il geologo, il genio parla con voce tonante:

Genio - Mortale, mi hai liberato da mille anni di reclusione in questa vecchia lampada. Feci giuramento che avrei soddisfatto il desiderio di chiunque mi avesse liberato; quindi ora, esprimi il tuo desiderio!

Geol.. - "Oh, genio, ciò è molto carino da parte tua ........"

Genio - "Allora, Mortale, parla!"

Geol.. - "Beh, penso di non voler niente per me, preferisco chiedere qualcosa di utile per tutti. Quindi, Genio, potresti risolvere il problema del picco del petrolio..?"

Genio - "Mortale, considera che sono stato chiuso dentro quella stupida lampada per mille anni. Ti prego, spiegami cos'è il "problema del picco del petrolio ".

Geol.. - "Ah ... vedi, ha a che fare con il petrolio greggio ......"

Genio - "Ovvero.......?"

Geol. - "E' come l'olio per quelle lampade - quella da cui sei uscito tu. Ma lo usiamo per molte più cose, come le automobili ....".

Genio - "Automobili?"

Geologo - "Una specie di tappeti magici, ma su ruote."

Genio - "Ah....".

Geol. - "E poi, vedi, abbiamo bisogno di un sacco di questo petrolio, perché abbiamo molte automobili ...."

Genio - "E il problema è ....?"

Geol. - "Beh, sai, il petrolio si è formato molto tempo fa come il risultato della sedimentazione di materiale organico in condizioni anossiche. Il processo chiamato diagenesi porta alla formazione di kerogene e poi, a temperature e pressioni sufficientemente elevate, alla formazione di idrocarburi a catena lunga che si raccolgono in formazioni chiamate anticlinali ....."

Genio - "Anticlinali?"

Geol. - "Sì, anticlinali. Cupole saline, di solito, una piega in cui il petrolio si accumula a causa del principio di Archimede. E'da lì che si estrae il petrolio greggio e, vedi, quello che ci servirebbe è un modo per riempire di nuovo le anticlinali ..."

Genio - "Un attimo, figliolo. Sai, io sono un genio del deserto. Non so niente di petrolio greggio, diagenesi, anticlinali.... Voglio dire, posso creare le cose; sono un essere soprannaturale, dopo tutto. Ma quel che mi stai chiedendo; che diamine; è troppo - riempire anticlinali con il petrolio greggio? Non puoi pensare a qualcosa di più semplice per il tuo desiderio?

Geol. - "Hmmm ..... sì, capisco. Spiacente, stavo chiedendo qualcosa di molto difficile. Forse potrei pensare a qualcosa di più semplice.

Genio - "Grazie ......"

Geol. "Fammici pensare.... Sì, c'è una cosa che ho sempre desiderato. Vorrei essere in grado di capire le donne."

Genio - "........."

Geol.. - ".........."

Genie - "Vediamo ...... mi ridici di queste anticlinali?"

___________________________________________________

E questa è Pilar (Pili) Carrero, co-autrice della barzelletta

3 commenti:

  1. Ugo, hai ragione, è proprio una storiella da "briai", come si dice dalle mie parti, ubriachi per gli altri.

    RispondiElimina
  2. Signori scienziati, chi ha detto che le donne vogliono essere capite?
    E poi, perchè capirle? Ne va di mezzo la conservazione della specie.
    Vista la bellezza di Pili, è sufficiente ammirare.

    RispondiElimina
  3. Eh, si, Grazia. Dici proprio bene. Nel mio caso, in quanto scienziato, tendo a privilegiare l'osservazione rispetto all'azione. Ammiro......

    RispondiElimina