Benvenuti nell'era dei ritorni decrescenti


lunedì 24 maggio 2010

Non c'è limite al peggio: Si ripeterà il destino di Ipazia?


Non ci sono rimasti ritratti di Ipazia, intellettuale del tardo impero romano massacrata da una banda di fanatici nel 415 a.d. Questa immagine, tuttavia, ci da un'idea di come poteva essere una donna del suo tempo.

In un post precedente, ho fatto un parallelo fra l'assassino di Ipazia, intellettuale del tempo della fine dell'Impero Romano, e quello che sta succedendo oggi con gli attacchi ai climatologi. Mentre lo scrivevo, mi sembrava che forse stavo esagerando un po'. Ma quello che leggo oggi mi fa pensare che non ero tanto distante dalla situazione reale. In effetti, sta andando sempre peggio. Michael Mann è ormai l'obbiettivo designato di questa banda di moderni fanatici, anche peggiori quelli che uccisero Ipazia a colpi di pietra. Oggi si trova a vedere la sua foto su internet con sotto scritto "Ebreo". E sembra che siamo solo all'inizio.




Dal blog "Discover" che ci riferisce su un rapporto dell'ABC

Il climatologo Michael Mann ne ha ricevute a centinaia - messaggi elettronici e chiamate al telefono dove lo chiamano un criminale, un comunista o peggio
"Dovresti stare a tre metri di profondità, sotto le radici." si legge in un'emai
"Ti so che uno ti ha strappato le p*lle, speravo di leggere che ti sei suicidato. Fallo."
"Mi hanno offeso in tutti i modi possibile, " ha detto ad ABC Mann, che dirige il centro di ricerca sulla scienza dei sistemi terrestri all'università statale della Pennsylvania. "E' un tentativo di congelare il dibattito e io credo che sia la cosa più sconcertante"
Man non è il solo. L'FBI dice che sta vedendo un balzo in avanti delle minacce contro i climatologi. Recentemente, un sito di suprematisti bianchi ha postato sul web delle foto di Mann e di parecchi dei sui colleghi con la parola "Ebreo" sotto ciascuna.
Un climatologo che non desidera essere identificato ha detto ad ABC che ha trovato un animale morto lasciato davanti alla porta di casa e che oggi viaggia a volte accompagnato da guardie del corpo.
"Il riscaldamento globale antropogenico è una realtà," ha detto Mann. "Chiaramente c'è gente che trova questo fatto poco conveniente e sfortunatamente sembra che siano disposti a qualunque cosa per cercare di sopprimere il messaggio

Testo originale:

Climate scientist Michael Mann has received hundreds of them — threatening e-mails and phone calls calling him a criminal, a communist or worse.
“6 feet under, with the roots, is were you should be,” one e-mail reads. “How know 1 one has been the livin p*ss out of you yet, i was hopin i would see the news that you commited suicide, Do it.”
“I’ve been called just about everything in the book,” Mann, who runs of the Earth System Science Center at Penn State University, told ABC News. “It’s an attempt to chill the discourse, and I think that’s what’s most disconcerting.”
Mann is not the only one. The FBI says it’s seeing an uptick in threatening communications to climate scientists. Recently, a white supremacist website posted Mann’s picture alongside several of his colleagues with the word “Jew” next to each image.
One climate scientist, who did not wish to be identified, told ABC News he’s had a dead animal left on his doorstep, and now sometimes travels with bodyguards.
“Human-caused climate change is a reality,” Mann said. “There are clearly some who find that message inconvenient, and unfortunately they appear willing to turn to just about any tactics to try to suppress that message.”

8 commenti:

  1. Prof. Bardi, potrebbe interessarle l'ultima puntata del podcast "Rationally Speaking" di Massimo Pigliucci. Non l'ho ancora ascoltata ma le premesse sembrano interessanti:
    -------------------
    It is very easy to make fun of not-so-educated people who reject evolution, but what happens when one of the most prominent contemporary philosophers, Jerry Fodor, writes a book about “What Darwin Got Wrong”? Similarly, we can dismiss extreme right wing politicians like Senator Jim Inhofe of Oklahoma, who thinks global warming is a worldwide conspiracy of crazy scientists bent on destroying the American way of life. But what happens when two icons of the skeptic movement, Penn & Teller, do a whole show in which they completely deny all the well established evidence of anthropogenic climate change? And of course it is easy to laugh at Jenny McCarthy, the kook who claims (with Oprah Winfrey’s support) that she “just knows” that vaccines cause autism. But, what happens when a politically savvy atheist like Bill Maher says that people who get flu shots are “idiots?"

    http://www.rationallyspeakingpodcast.org/show/rs09-when-smart-people-endorse-pseudoscience.html

    RispondiElimina
  2. Massimo Pigliucci lo leggo ogni tanto. Su questo punto, ha perfettamente ragione - c'è tutto uno spettro di gente che va dai negazionisti più rozzi, tipo quelli che scrivono "Ebreo" sotto le foto di Michael Mann a quelli che si presentano con aspetto soave e civilizzato; tipo, da noi, il tafano climatico. In realtà, sono due facce della stessa medaglia che si rinforzano a vicenda. Il tutto ha a che fare con il concetto di "Finestra di Overton" che sta venendo sapientemente sfruttato dai negazionisti. Quando posso, ci faccio sopra un post

    RispondiElimina
  3. Bardi, una citazione diretta, sono commosso!! 8')

    pciu' pciu'

    Poveretti pero', almeno Penn&Teller potevate salvarli dall'ennesimo anatema, per meriti di carriera?? Coraggio! Coraggio!

    ps a Pigliucci non far sapere che...quando due icone del movimento scettico esprimono il loro scetticismo, forse e' il momento di scendere dal piedistallo e uscire dalle torri d'avorio. A cercar nemici son bravi tutti.

    RispondiElimina
  4. Eccoli, Penn & Teller, in un estratto del programma cui Pigliucci fa probabilmente riferimento. Impagabile la ragazza che a 8m37s beve da una bottiglia d'acqua mentre ascolta dei pericoli del Monossido di Di-idrogeno (incredibile che ci sia ancora chi ci caschi).

    RispondiElimina
  5. Ma che anatema e anatema... Piuttosto, non si capisce perché Penn & Teller dovrebbero essere esenti da critiche solo per "meriti sul campo" conquistati (a ragione) in altre circostanze.
    Solo per questo la loro opinione (da non climatologi quali sono - non mi risulta peraltro che abbiano pubblicato studi in merito) dovrebbe avere lo stesso peso degli studi di centinaia scienziati competenti? Alla faccia dell'argumentum ab auctoritate!

    Forse allora, visto che il comico Bill Meher ha più volte meritoriamente canzonato le religioni e il loro bagaglio di illogicità e nonsense, la sua sgangherata opposizione alla medicina occidentale dovrebbe valere come argomento logico?

    Suvvia, siamo seri, questa è retorica da quattro soldi.
    L'AGW non è falso perché lo dicono Penn & Teller come non è vero perché lo dice Al Gore.

    RispondiElimina
  6. Lopo - il problema non e' l'essere "esenti da critiche" - il problema e' l'essere categorizzati in maniera praticamente automatica come l'"altra faccia della medaglia" di "quelli che scrivono 'Ebreo' sotto le foto di Michael Mann". La differenza fra la critica e la "character assassination" e' sostanziale, perche' nel secondo caso siamo al limite della censura se non oltre.

    Proprio non riesco a capire perche' il mondo vada diviso in chi segue i Michael Mann e gli Ugo Bardi, e tutti ma proprio tutti gli altri, messi in un unico grande fascio, indipendentemente da qualunque altra variabile. Anzi, tutto cio' mi sembra una enorme follia.

    RispondiElimina
  7. Ma...
    devo dire che nella media trovo i siti negazionisti del tutto simili a quelli complottisti. Se non nella sostanza quanto meno, quasi sempre nel metodo.
    Si cita solo le notizie, o la parte di notizia, che è funzionale alla loro tesi.
    Si cerca di togliere peso alle tesi contrarie cercando di porle in ridicolo o attaccando la persona che le sostiene.
    la logica ha spesso evidenti forzature e se si cerca di discutere nel merito spesso si viene liquidati come ingenui che si bevono tutto quello che gli viene propinato da certi scienziati.

    Alla fine discutere di clima o di scie chimiche diventa la stessa cosa.
    Si finisce nell'insulto e nelle minacce e quindi non mi stupisce quello che accade al povero Michael Mann.

    Piuttoso mi chiedo quando i governi capiranno che il clima, la terra, il sole, non obbediscono alle lobby di potere o di pensiero, ma alle leggi della fisica.

    RispondiElimina
  8. Pigliucci ha pubblicato un articolo anche più interessante del podcast (che è divugativo):

    Why do libertarians deny climate change?
    http://rationallyspeaking.blogspot.com/2010/05/why-do-libertarians-deny-climate-change.html

    RispondiElimina