Benvenuti nell'era dei ritorni decrescenti


giovedì 17 dicembre 2009

Il web come un network complesso: il caso di climategate


Nella figura qui sopra vedete come ha reagito il Web alla faccenda del "climategate", ovvero al furto delle email private dei ricercatori del Climate Research Unit di East Anglia.

A parte le implicazioni politiche e propagandistiche del furto, è interessante come il web abbia reagito alla notizia con una risposta quasi gaussiana. Vedete come l'interesse della gente sia salito e poi sceso raggiungendo un picco abbastanza netto. Non è il solo caso, ho esaminato altri esempi (per esempio il caso del "professore negazionista" Antonio Caracciolo), come pure altri elementi indicatori della diffusione (p. es. numero di pagine web). Vi posso dire che questa quasi-gaussiana è un andamento abbastanza comune. Il web reagisce a uno stimolo improvviso comportandosi come quello che è: un network strutturato che è soggetto a criticità e transizioni di fase.

Ora mi accuserete di vedere curve di Hubbert dappertutto. Però, alla fine dei conti, ci sono delle relazioni fra questo comportamento del web e quello dell'andamento della produzione petrolifera. In entrambe i casi, c'è uno stimolo che mette in moto un sistema complesso. In entrambe i casi, abbiamo dei network: nel primo caso (Web) il network è puramente virtuale; nel secondo ci sono degli elementi fisici (pozzi di petrolio, trivelle, eccetera). Ma, in tutti e due i casi, quello che passa fra i nodi del network è informazione e il meccanismo che genera la curva è feedback positivo che genera attività del network/sistema economico.

Per ora non mi sono messo a scrivere le equazioni dinamiche del caso, mi ci metto appena concludo il mio programma di clonazione personale (mi ci vorrebbero altri due o tre di me per fare tutte le cose che vorrei fare). Nel frattempo, vi potete divertire a guardare il mio articolo sul sistema estrattivo come sistema dinamico

A Simple Interpretation of Hubbert’s Model of Resource Exploitation
Ugo Bardi and Alessandro Lavacchi
Energies 2009, 2(3), 646-661; doi:10.3390/en20300646

http://www.mdpi.com/1996-1073/2/3/646


Oppure anche questo articolo di Kinouchi e Copelli sull'eccitabilità dei network dinamici

Optimal dynamical range of excitable networks at criticality
Nature Physics348 - 351 (2006)
doi:10.1038/nphys289
Osame Kinouchi and Mauro Copelli

http://www.nature.com/nphys/journal/v2/n5/full/nphys289.html

Nessun commento:

Posta un commento