Benvenuti nell'era dei ritorni decrescenti


domenica 13 dicembre 2009

Il problema è che non ce n'è abbastanza


Ripropongo un post "leggero" pubblicato il 27 Dicembre 2006 su ASPO-Italia. Vista la situazione riguardo alle varie polemiche sul riscaldamento globale, mi sembra che la conclusione che "non c'è abbastanza cervello nella testa della gente" sia particolarmente rilevante



Spigolando su internet, trovo un documento del MIT sul problema energetico. Non contiene dati particolarmente nuovi, ma ha una conclusione che mi sembra riassuma bene la situazione. Ve la propongo tradotta e riarrangiata in modo creativo, secondo come la vedo io.




Allora, il problema energetico è che non c'è abbastanza di certe cose:


Petrolio e gas: non ci sono abbastanza petrolio e gas
Carbone: non c'è abbastanza atmosfera
Biomassa: non c'è abbastanza terreno
Idro e eolico: non ci sono abbastanza siti
Fotovoltaico: non ci sono abbastanza soldi
Fissione nucleare: non c'è abbastanza uranio e non c'è abbastanza posto per le scorie
Fusione nucleare: non c'è abbastanza di qualcosa, ma non sappiamo di cosa
Idrogeno: non ce n'è proprio
Efficienza: non c'è abbastanza cervello nella testa della gente

2 commenti:

  1. Non funziona il link al documento del Mit

    RispondiElimina
  2. Eh, beh, il post è di tre anni fa, il documento del MIT deve essere stato cancellato. Comunque, non diceva niente di più della traduzione/rielaborazione che ne hi fatto.

    RispondiElimina