Benvenuti nell'era dei ritorni decrescenti


venerdì 18 dicembre 2009

C'è qualcosa di profondamente sbagliato.....



Ci deve essere qualcosa di profondamente sbagliato nel tessuto dell'universo se un quotidiano nazionale pubblica in grande evidenza questa lettera di cui vi trascrivo la sezione principale:

..... questi delegati in Danimarca accusano l’uomo di riscaldare la terra. Il catastrofismo paga e i furbi ci marciano e fanno i soldi. Noi beviamo le loro panzane. In realtà la terra si riscalda dal basso;l’uomo non c’entra nulla.E’ il magma sotterraneo che cresce di volume e di calore. E’ un’era geologica da subire.La verità è la seguente: la terra è una dinamo a basso rendimento che gira su se stessa.La risultanza maggiore è calore al 95% che forma ed accresce il magma. Ogni 26.000 anni i poli si invertono a causa della diversità di velocità di rotazione (crosta rigida, magma fluido). Siamo adesso in prossimità dell’inversione dei poli magnetici. Quindi aumenta il calore ancora. Prova ne sono i frequenti terremoti,eruzioni,tsunami in progressione negli ultimi tempi. il CO2 immesso dall’attività antropica è ridicolmente basso rispetto a quello che emana dal sottosuolo.Inoltre il CO2 è utile ai mari ed alle piante(notare che ha 2 atomi di ossigeno che libera nella sua trasformazione). Guai se non ci fosse il CO2. Inoltre Il famigerato effetto serra è la nostra salvezza; altrimenti moriremmo tutti senza ossigeno. Vedete quindi quante bufale si narrano a spese nostre.

L'autore è definito "opinionista-lettore" e sembra esistere veramente. Di lui, si possono leggere alcune sue lettere sul web, inviate a vari quotidiani dove si definisce "pensionato ex economista" e dove spesso disquisisce di economia e di politica. E' difficile capire che cosa lo abbia spinto a passare alla climatologia e a inviare questa lettera sconclusionata dove spiccano frasi come "la verità è questa" oppure "la terra si scalda dal basso."

Immaginiamo che il giornale avesse ricevuto una lettera di questo tono e di questo livello in cui un pensionato ex-economista espone le sue idee sulla costruzione degli aerei a reazione o sulla progettazione dei microprocessori. Il redattore, probabilmente, si sarebbe sentito in dovere non solo di cestinarla, ma anche di rispondere suggerendo all'autore qualche goccia di valium ogni sera. Che venga pubblicata e addirittura con la massima evidenza è semplicemente un altro sintomo dell'ondata di follia che sta sommergendo il mondo.

La lettera è stata pubblicata su "La Nazione" il 18 Dicembre 2009 con il titolo "Riscaldamento del clima, sul catastrofismo ci marciano i furbi"



12 commenti:

  1. Ma se scrivo un minitrattato di egittologia in cui sostengo che i geroglifici li ha inventati un turista giapponese che passava di lì me lo pubblicano?

    RispondiElimina
  2. Scusate, ma bisogna criticare (se lo si ritiene opportuno) il contenuto di un articolo non chi lo scrive, anche perchè in genere le grandi rivoluzioni scientifiche le fanno proprio quelli che non sono del ramo specifico. In genere chi fa parte di un settore tende ad uniformarsi e migliorare il lavoro altrui ma mai a mettere in discussione le fondamenta della materia. Marconi non era un ingegnere nè aveva titoli di qualsiasi tipo in trasmissione delle comunicazioni. Einstein non era un fisico ma ha rivoluzionato la fisica. Darwin non era un biologo.La tecnica del palloncino per liberare le arterie non l'ha creata un cardiologo ma un radiologo ecc.
    Nello specifico l'autore ha ragione su un punto, i delegati si stanno mangiando l'impossibile a spese nostre :-)
    Per quel che ne so la terra dovrebbe invece raffreddarsi (anche se non in tempi brevi) e venire una nuova glaciazione per cui potrebbe essere utile raccogliere e conservare l'anidride carbonica togliendola dall'atmosfera e poi immetterla non appena inizia una nuova glaciazione, ma i tempi comunque non sono immediati.
    Ettore Panella

    RispondiElimina
  3. Sembrerebbe che il tizio che ha scritto, al pari di molti altri, sia particolarmente soggetto all' effetto Dunning-Kruger.
    http://en.wikipedia.org/wiki/Dunning-Kruger_effect.
    Luca Mercalli

    RispondiElimina
  4. All'inizio ho pensato fosse un pezzo del mitico Franco Battaglia...
    Alex I.

    RispondiElimina
  5. Ettore, scusa, ma come si fa a criticare un pezzo del genere? E' pura fantasia; è un film che questo signore si è inventato, se lo guarda, gli piace, e ci crede anche.

    Il punto del post era a proposito del fatto che un quotidiano nazionale mette in risalto una cosa del genere. Non era di criticare gli errori fattuali del ragionamento di questo signore; e nemmeno di infamarlo - probabilmente è anche una brava persona e, infatti, non ho messo ne' il nome ne' l'indirizzo che invece ci sono sul giornale.

    RispondiElimina
  6. Luca, grazie della nota sull'effetto Dunning-Kruger. E' stupendo - quando posso ci faccio un post

    RispondiElimina
  7. Il mio primo commento sintetizzava quel che dice Ugo.

    Se sei "esterno" al campo, ma conosci quel che dici, puoi portare contributi. Einstein era un fisico, Marconi conosceva benissimo l'elettromagnetismo, Darwin era un naturalista assunto come tale nel viaggio del Beagle, ecc.

    Ma se non sai di che parli, e infili una decina di nonsense in poche righe, è impossibile tu possa portare un qualche contributo. Se Darwin non avesse avuto solide basi naturalistiche, non avrebbe neppure notato le cose che l'han portato alla sua teoria, e magari lavorando di fantasia avrebbe inventato una teoria bellissima, ma falsa.

    Provo ad elencare i maggiori strafalcioni (che sono dati di fatto, non opinioni) contenuti in quel testo.

    - Il campo magnetico terrestre deriva da rotazione differenziale nel nucleo liquido (non il magma, che è qualche sacca di liquido nel mantello solido). Ma le energie in gioco sono minime in rapporto a quel che si discute qui.
    - Il flusso di calore geotermico non sta cambiando. - Il campo magnetico terrestre non si sta invertendo, almeno non percettibilmente negli ultimi anni.
    - Non c'è un aumento recente dell'attività sismica.
    - Il CO2 geotermico è molto meno di quello antropico, anche se c'è chi sostiene che sia di più di quello comunemente accettato. E non risulta stia cambiando.
    - Dire che senza CO2 moriremmo soffocati non ha senso. La fotosintesi ha bilancio nullo, il CO2 assorbito dalle piante e trasformato in ossigeno viene poi consumato dalla respirazione di piante ed animali. Noi alteriamo il bilancio deforestando, quindi trasformando in modo netto ossigeno in anidride carbonica. E quindi, anche se impercettibilmente, togliamo ossigeno dall'atmosfera.

    Poi sul fatto che i politici a Copenaghen stiano sostanzialmente spendendo un sacco di soldi nostri senza concludere nulla, si può anche essere d'accordo, ma non per quei motivi.

    @alex: per quanto possa dissentire da Battaglia, è uno scienziato serio, e non direbbe mai castronerie come quelle qui sopra. Di solito mette il dito in punti dolenti reali, magari tralasciando tutto il resto o i punti dolenti delle cose che piacciono a lui.

    RispondiElimina
  8. Gianni, vedi, tu hai speso una buona paginata di considerazioni per spiegare gentilmente le fesserie che ha raccontato questo signore. Ma, come dicevi giustamente all'inizio, se uno scrive che i geroglifici li hanno inventati i turisti giapponesi in visita alle piramidi, uno dovrebbe chiedere agli egittologi di intervenire per spiegare che non è vero? Insomma, non ci siamo proprio - l'internet sta diventando una massa di fesserie che si rincorrono fra di loro e si danno ragione a vicenda. Non è possibile che chi non racconta fesserie debba passare il suo tempo a sbufalare chi non le racconta

    RispondiElimina
  9. @Gianni Comoretto
    non so...ogni tanto i miei colleghi mi hanno girato articoli di Battaglia e scriveva che c'è uranio per centinaia e centinaia di anni per le centrali nucleari.
    Magari non le dice come in questo articolo, ma secondo me balle ne dice parecchie

    Alex I.

    RispondiElimina
  10. per non parlare dell'effetto nevicata..a Firenze si sentono frasi del tipo 'dov'è il gw se fa un freddo cane e nevica??'..eppure novembre in maglietta nessuno se lo ricorda..e nessuno si ricorda che in pratica l'ultima nevicata seria nel capoluogo risale al 28 dicembre del 2005..4 anni per vedere la neve sono un'infinità (almeno per me che la amo..)

    RispondiElimina
  11. @alex:
    Stabilire quanto uranio c'è senza specificare alcuni dati di contorno non ha senso. Quelli che assumo io (che dell'argomento ne so circa quanto Battaglia, cioè pochissimo), e che mi sembra assuma anche l'IEA danno uranio per pochi decenni, ai ritmi di consumo attuali.

    Ma se si accettano costi di estrazione decisamente più alti, la quantità aumenta parecchio. Se si assume (come fa Battaglia) che i reattori autofertilizzanti che utilizzano anche l'U238 e non solo l'U235 siano fattibili in gran quantità, allora moltiplichiamo per 100 le riserve.

    Sono assunzioni molto complicate, di tipo non solo tecnico, con dentro incognite che nessuno ha mai affrontato seriamente. Es. fino a che livelli il costo di estrazione è monetario e a che punto diventa anche energetico, cioè costa più energia estrarre il minerale di quella che ci fornisce?

    RispondiElimina
  12. Non c'è bisogno di chiamare in causa l'effetto Dunning-Kruger:

    http://en.wikipedia.org/wiki/Crank_(person)

    RispondiElimina